©2009 Comune di Piombino Dese (PD) - Tutti i diritti riservati

sei in:  Il Comune  -  Uffici Comunali  -  Demografici  -  Residenza

NUOVE MODALITA' PER IL CAMBIO DI RESIDENZA

Il 9 maggio 2012 è entrata in vigore la nuova disciplina che introduce il "cambio di residenza in tempo
reale" (art. 5 D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35).

I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche, utilizzando esclusivamente i moduli conformi
a quelli pubblicati sul sito internet del Ministero dell'interno e sul sito con una delle seguenti modalità:
o allo sportello anagrafe
o per posta esclusivamente a mezzo raccomandata,
o per fax
o per via telematica.
La presentazione della dichiarazione anagrafica per via telematica deve essere fatta secondo una delle
seguenti modalità:
1. la dichiarazione deve essere sottoscritta con firma digitale;
2. l'autore deve essere identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità
elettronica, della carta nazionale dei servizi, o in ogni caso con strumenti che consentano
l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
3. la dichiarazione deve essere trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del
richiedente.
4. la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente e la copia del documento
d'identità del richiedente devono essere acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta
elettronica semplice.
Alla dichiarazione deve obbligatoriamente essere allegata copia del documento d'identità o di
riconoscimento del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al
richiedente.
Tutti i maggiorenni che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente devono anche sottoscrivere il
modulo.
In mancanza, deve essere conferita specifica procura a chi presenta la dichiarazione ai sensi dell'art. 38
comma 3-bis dpr. 445/2000 allegando fotocopia del documento di riconoscimento (non va autenticata dal
notaio).
La dichiarazione, per essere considerata ricevibile, deve contenere necessariamente tutti i dati
obbligatori previsti nell'apposito modulo e contrassegnati da
STRANIERI e COMUNITARI.
I cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea dovranno obbligatoriamente allegare alla
dichiarazione anagrafica i documenti comprovanti la regolarità del soggiorno.
I cittadini di Stati appartenenti all'Unione europea dovranno obbligatoriamente allegare alla dichiarazione
anagrafica i documenti comprovanti il possesso dei requisiti previsti dal d.lgs. n. 30/2007.
NOTA BENE
In caso di trasmissione con modalità diverse dalla presentazione diretta allo sportello anagrafe, si invita a
prestare la massima cura nella compilazione del modulo, onde evitare che la dichiarazione venga
considerata non ricevibile, secondo quanto disposto dal Ministero dell'interno (Circ. n. 9 del 27.4.2012).
Si precisa che la dichiarazione anagrafica va resa esclusivamente su moduli conformi a quelli pubblicati
sul sito internet del Ministero dell'interno e su questo sito, l'indirizzo di abitazione dovrà essere specificato
in maniera precisa e completa, con l'indicazione del numero civico esatto, del piano e dell'interno.
Si comunica, inoltre che, la decorrenza giuridica del cambio di residenza decorre dalla data di
presentazione della dichiarazione e che entro i due giorni lavorativi successivi il richiedente sarà iscritto in
anagrafe e potrà ottenere il certificato di residenza e lo stato di famiglia, limitatamente alle informazioni
"documentate".
Nel caso iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune, entro gli ulteriori e successivi 2 giorni
lavorativi il comune di provenienza dovrà provvedere alla cancellazione ed entro 5 giorni alla verifica dei
dati forniti dal dichiarante.
Da quel momento potranno essere rilasciate tutte le normali certificazioni destinate a soggetti PRIVATI.
Il Comune che riceve la dichiarazione anagrafica, entro 45 giorni dalla dichiarazione, procede
all'accertamento dei requisiti cui è subordinata l'iscrizione anagrafica (prima tra tutti
l'effettiva dimora abituale). Trascorso tale termine senza che siano pervenute al cittadino
comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto
 (silenzio-assenso, art. 20 legge 241/1990).

In caso di accertamento negativo, e/o accertata mancanza dei requisiti il procedimento verrà
annullato, l'interessato sarà cancellato dall'anagrafe con effetto retroattivo e sarà denunciato
alle competenti autorità, per le responsabilità penali per dichiarazioni mendaci, ai sensi degli
articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000.
Trasferimento residenza all’estero
Il richiedente deve compilare il modulo per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la
tutela. A seguito della presentazione o invio del modulo, il richiedente, non cittadino italiano, sarà
cancellato dall'anagrafe del comune di residenza per emigrazione all'estero.
Il richiedente cittadino italiano, che intende trasferire la residenza all'estero per un periodo superiore
a dodici mesi, può dichiarare il trasferimento di residenza all'estero direttamente al Consolato,
oppure, prima di espatriare, può rendere tale dichiarazione al Comune italiano di residenza,
utilizzando il modello scaricabile a fondo pagina. In tal caso, il cittadino ha l'obbligo di recarsi
comunque entro 90 giorni dall'arrivo all'estero al Consolato di competenza per rendere la
dichiarazione di espatrio. Il Consolato invierà al Comune di provenienza il modello ministeriale per
la richiesta di iscrizione all'Aire (anagrafe degli italiani residenti all'estero). La cancellazione dal
registro della popolazione residente (Apr) e l'iscrizione all'Aire, in tal caso, decorrono dalla data in
cui l'interessato ha reso la dichiarazione di espatrio al comune e saranno effettuate entro due giorni
dal ricevimento del modello consolare.
Se entro un anno il comune non riceve dal Consolato la richiesta di iscrizione all'Aire, sarà avviato
il procedimento di cancellazione del richiedente per irreperibilità.
Se invece la richiesta di iscrizione all'Aire viene presentata direttamente al Consolato, come
consentito dalla vigente normativa, questa comporterà l'automatica cancellazione dal registro della
popolazione residente. La cancellazione dall'Apr e l'iscrizione Aire saranno effettuate dal Comune
entro due giorni dal ricevimento del modello consolare (Cons 01) e con decorrenza dalla data del
ricevimento del modello stesso.
 

ALTRE INFORMAZIONI

 
Cambio di residenza da un altro Comune al Comune di PIOMBINO DESE - 12.6 KB
12.6 KB
Modulo per cambio residenza-abitazione - 56.3 KB
56.3 KB
Cambio di abitazione info - 12.2 KB
12.2 KB
 
 
documenti richiesti per comunitari - 157.1 KB
157.1 KB
documenti richiestri per extracomunitari - 77.4 KB
77.4 KB
Modulo per richiesta cancellazione.pdf - 38.8 KB
38.8 KB
 
 
Carta d'identità - 15.8 KB
15.8 KB
Nuove regole per i certificati - 7.4 KB
7.4 KB
Passaporto - 12.8 KB
12.8 KB
Conferimento del potere di rappresentanza - 7.0 KB
7.0 KB